DROPSHIPPING ACADEMY – Come vendere online grazie al Social Selling

Inizia a fare social selling in 5 passaggi per la tua attività di dropshipping

Forse ultimamente avrai sentito parlare del social selling… ma cos’è esattamente?

Il social selling è una strategia di marketing che prevede l’utilizzo dei social media per incrementare il livello di engagement del profilo del tuo business; offrendo ai tuoi clienti contenuti rilevanti e interattivi, li condurrai passo dopo passo all’acquisto finale.

I social media ti offrono la possibilità di farti conoscere, quindi sfrutta al massimo le relazioni con i tuoi clienti e migliora alcuni aspetti del tuo branding.

Chissà quante volte ti sarà successo di vedere il profilo social di un tuo competitor e domandarti come facesse ad avere così tanto seguito e followers fidelizzati. Ecco, è semplicemente più esperto di te in social media.

Negli ultimi anni, le piattaforme social hanno registrato una crescita incredibile. I brand più innovativi hanno intercettato questa tendenza e hanno iniziato a studiare delle tecniche avanzate per sfruttare il potenziale dei social, con il fine ultimo di vendere.
Per applicare al meglio il social selling, dovrai discostarti dal classico mindset del venditore: rincorrere i tuoi clienti sui social network, creando profili ad hoc e invadendo la loro casella di posta con messaggi privati non è la logica corretta.

Come fare social selling in 5 passi

Prima di procedere con la creazione della tua strategia di social selling, dovrai capire su quali piattaforme concentrarti.

Qual è la tua clientela di riferimento? Capirai bene che, se il tuo pubblico ha 50 anni, dovrai scegliere una piattaforma diversa da quella che utilizzeresti se il tuo target appartenesse alla generazione Z.
Dopo aver definito le piattaforme su cui lavorare, crea i tuoi profili professionali dedicati alla tua attività; ricorda che sono il tuo biglietto da visita, dunque devono essere impeccabili e rispettare le regole dei social stessi.

  1. Identificare il target: il target, in poche parole, è formato dai clienti ideali del tuo business, che saranno importanti da individuare per creare dei contenuti di valore.
    Identifica delle buyer personas e stila un elenco di caratteristiche che rappresentano al meglio il tuo cliente ideale.
  2. Delinea i contenuti: a questo punto avrai chiaro quali sono le persone a cui ti devi rivolgere ed è arrivato il momento di delineare al meglio le comunicazioni veicolando il messaggio. Quali format prediligono? Cosa si aspettano da te? Quando vanno sui social, che contenuti cercano?
  3. Creare i contenuti: questa è la fase più creativa ed impegnativa della tua strategia di social selling. I tuoi clienti dovranno sentirsi rappresentati dai tuoi contenuti, ma al tempo stesso dovrai dare un’immagine professionale e competente del brand.
  4. Interagire con il pubblico: non ti basterà creare contenuti; con il profilo del tuo business, dovrai interagire con i followers in maniera naturale e coinvolgente. I tuoi clienti si sentiranno più vicini a te e capiranno meglio che dietro ad un brand ci sono delle persone che si immedesimano.
  5. Implementare strategie di marketing: una volta che avrai creato una connessione tra i tuoi potenziali clienti e il tuo business, è arrivato il momento di pensare alla vendita. Non dovrai essere invadente come le vendite al telefono dei call center, dovrai avere l’abilità di  posizionare i prodotti davanti agli occhi dei consumatori, al momento giusto e nel posto giusto.

Le piattaforme migliori per fare social selling

Se con il pensiero sei ancora fermo al paragrafo precedente, continua a leggere qui.
Qualsiasi piattaforma può essere adatta al social selling, se lì si trovano i tuoi potenziali clienti, ma è anche vero che alcune piattaforme sono più corrette di altre.

Le migliori piattaforme per fare social selling sono:

  • LinkedIn
    LinkedIn è per eccellenza il social network dedicato ad aziende e ai professionisti, proprio grazie alla tipologia di profili presenti può essere molto utile per aumentare il tuo giro d’affari e creare collegamenti di valore.
    Sai che LinkedIn stesso ha una pagina chiamata Sales Navigator per vedere il livello del tuo Social Selling? Grazie ad un algoritmo, puoi individuare il tuo Social Selling Index, seguendo quattro parametri che sono: ottimizzazione del profilo, rete di contatti, tasso di engagement e interazioni sul profilo.
  • Instagram
    Instagram unisce il marketing e le vendite in maniera fluida e naturale. Questo desiderio della piattaforma è emerso in maniera inequivocabile soprattutto negli ultimi anni, con l’implementazione di diversi strumenti utili ai brand per vendere.
    Come in tutte le piattaforme, dovrai ottimizzare il tuo profilo a partire dalla bio, dall’immagine del profilo e dall’inserimento dei link utili.
    Non ti servono milioni di followers per raccogliere i primi frutti di una buona strategia di social selling. Interagisci nei commenti, crea contenuti volti a diventare virali e sfrutta i formati preferiti dai tuoi potenziali clienti. Usa le storie per avvicinarti al tuo pubblico umanizzando il brand e quando ti sentirai più sicuro potrai iniziare ad utilizzare le dirette.
  • TikTok
    Il mondo del marketing è in continua evoluzione e TikTok ne è la dimostrazione; se il vostro target appartiene alle generazioni più giovani, dovrai tenere in considerazione questo social interattivo e virale.
    Il potenziale di questo social è immenso, ti basti pensare che l’hashtag #TikTokMadeMeBuyIt ha ricevuto oltre 5 miliardi di visualizzazioni, portando alla vendita di migliaia di prodotti diversi. 
  • Facebook
    Facebook viene considerata la madre di tutti i social network ed è anche quello dove troverai più facilmente i tuoi clienti.
    Questo social ti offre incredibili strumenti per pubblicizzarti, ma non affidarti unicamente a loro… se ottimizzi al massimo il tuo profilo potresti ottenere molti risultati anche grazie ai contenuti organici.
    Cura ed aggiorna costantemente la tua pagina, invita i tuoi migliori clienti a lasciare recensioni positive sulla tua pagina: la social proof è un parametro molto rilevante se vendi online.

Come guadagnare grazie ai tuoi followers

Sei blogger o influencer? Con l’aumento dei tuoi followers, stai iniziando a pensare a come potresti ottenere un guadagno extra? Ecco alcune idee per monetizzare grazie alla tua community.
Puoi iniziare a collaborare con alcune aziende sponsorizzando i loro prodotti, oppure guadagnare piccole cifre con i programmi di affiliazione. Hai mai pensato di aprire un negozio online e vendere su Instagram?

Magari l’idea di aprire un tuo shop online ti interessa molto, ma lo consideri un processo difficile da realizzare in autonomia. Non ti preoccupare, siamo qui per aiutarti.
Puoi guadagnare aprendo un ecommerce di prodotti moda, ma tu dovrai occuparti unicamente di fare quello che ti riesce meglio: parlare con i tuoi followers e promuovere i prodotti presenti sul tuo shop. Al resto pensiamo noi!

In poche parole, tu sarai il proprietario di un e-commerce senza le incombenze del caso: potrai dire addio per sempre ai problemi burocratici e dedicarti solo al marketing e alla promozione del tuo shop, potrai personalizzare e scegliere i prodotti più affini al tuo stile e al tuo gusto all’interno del nostro immenso catalogo in continuo aggiornamento.

Affidati a chi se ne intende e realizza il tuo sogno di diventare imprenditore grazie a BDroppy e alla nostra decennale esperienza nella vendita di marchi moda e accessori online.

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Categorie
Più popolari
Social Media
Ricevi gli ultimi aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Novità e consigli per rivenditori e dropshipper