DROPSHIPPING ACADEMY – La guida definitiva al Dropshipping

Cos è il dropshipping e come funziona - guida 2022

Se ti stai chiedendo: “Cos’è il Dropshipping?”, sei nel posto giusto.
Mettiti comodo e preparati a leggere la guida definitiva al dropshipping, scopri con noi i segreti per avviare un business di successo nel 2022. 

È semplice avviare un business online in campo e-commerce nel ventunesimo secolo? Assolutamente no, ma ciò non significa che sia impossibile.

Cos’è il Dropshipping?

Come funziona il Dropshipping e su quale modello di business si basa?

Fare dropshipping è legale?

Il dropshipping è il business giusto per te?

I pro e i contro del Dropshipping.

Le 5 fasi fondamentali per avviare il tuo business di Dropshipping:

  1. Individua la piattaforma su cui fare dropshipping
  2. Scegli il fornitore dropshipping adatto alle tue esigenze
  3. Individua il tuo target e fai ricerca di mercato
  4. Cerca i prodotti dropshipping che ti faranno guadagnare
  5. Focalizzati sul Marketing

Il dropshipping è redditizio? Come guadagnare con il dropshipping e quanto?

Vale la pena fare dropshipping? Quali sono i rischi?

I vantaggi concreti di avere un partner come BDroppy.

Cos’è il Dropshipping?

Se stai cercando di farti spazio nel mondo dell’e-commerce e non sai da dove iniziare, il dropshipping è il modello di business adatto a te, i vantaggi sono innumerevoli ma solo se deciderai di impegnarti seriamente in questo percorso.

Il dropshipping ti offre l’opportunità di avviare la tua attività solamente grazie ad un computer, una connessione internet e un piccolo investimento.
É un modello di commercio grazie al quale tu, in quanto venditore online, vendi un prodotto ad un utente finale senza possederlo fisicamente nel tuo magazzino, evitando ogni rischio sulla merce ed inoltre non dovrai spedire in prima persona i prodotti venduti. A tutto questo penserà il fornitore all’ingrosso a cui ti sei affidato.
Fondamentalmente è un metodo di evasione degli ordini quasi totalmente automatizzato; il tuo compito in questa fase sarà solo quello di supervisionare la buona riuscita della vendita e fornire assistenza al cliente finale.

Sai perchè in tanti hanno già avviato la propria attività di Dropshipping? Perché è incredibilmente facile e molti sono partiti proprio come te, grazie ad un desiderio di riscatto e voglia di impegnarsi in un’attività redditizia ma altrettanto impegnativa.

No, non è un sogno. Tu non dovrai occuparti di conservare gli articoli in un magazzino, o preoccuparti dell’imballaggio e della spedizione dei prodotti. Inoltre tutti i prodotti vengono acquistati su richiesta senza quantità d’ordine minima, quindi non c’è rischio di avere stock di prodotti invenduti.

Come funziona il Dropshipping e su quale modello di business si basa?

Il modello di business del dropshipping ti permette di vendere direttamente al consumatore finale senza la necessità di un magazzino. Quando un tuo cliente acquista un prodotto dal tuo ecommerce dropshipping, il tuo fornitore lo spedisce automaticamente.

Modello di business su cui si basa il Dropshipping

Il cliente dunque pagherà il prezzo al dettaglio che hai impostato tu, ma tu pagherai unicamente il prezzo all’ingrosso, il resto è profitto.

Ti faccio un esempio pratico: dopo svariate ricerche arrivi alla scelta del tuo fornitore e metti in vendita delle magliette sul tuo e-commerce. Un cliente ordina direttamente dal tuo shop online una maglietta, nel momento in cui l’articolo viene pagato, il tuo fornitore invia al tuo cliente finale la sua t-shirt. Ma quali sono i costi che devi sostenere tu?

Il fornitore addebiterà il prezzo all’ingrosso della maglietta, il costo della spedizione ed un eventuale fee in base agli accordi presi. Ma attenzione, la cosa bella è che dovrai pagare i prodotti solo una volta venduti, non in anticipo. Inoltre pagherai prezzi all’ingrosso pur non acquistando in grandi quantità.

Fare dropshipping è legale?

Probabilmente quando hai scoperto il dropshipping ti sarai chiesto “Ma è legale?” e la risposta è: “Ovviamente sì!”

Forse avrai percepito il dropshipping come metodo facile per fare soldi, ma non è tutto oro quello che luccica. Infatti il dropshipping può essere una grande opportunità se desideri arrotondare il tuo stipendio, oppure affiancare il tuo lavoro part-time ad una nuova attività gestita interamente da te, ma ti assicuriamo che dovrai investirci tempo e dedizione per ottenere risultati soddisfacenti e farne la tua attività principale.

Il dropshipping è un business online completamente legale, a patto che tu abbia al tuo fianco un fornitore affidabile ed un commercialista che ti guidi in tutto il processo fiscale. Se ottieni tutti i permessi necessari ai venditori come un tradizionale negozio di e-commerce non avrai problemi. Dopotutto, un’attività di dropshipping è come qualsiasi altro negozio online, tranne che un fornitore di terze parti gestisce la spedizione e tu gestisci unicamente gli ordini.

Il dropshipping è il business giusto per te?

Adesso ti starai chiedendo se avviare un business in dropshipping è la scelta giusta per te. La risposta che possiamo darti noi è “dipende”!

Il dropshipping vale il tempo e i soldi che decidi di investirci. Se non investi il tuo tempo nel business online non raccoglierai mai i frutti. Al contrario, se utilizzi tutti i tuoi risparmi nella fase iniziale il tuo business è destinato a crollare per mancanza di equilibrio.

Uno dei motivi principali per cui le persone smettono di fare dropshipping è l’assenza di coerenza e perseveranza. Il dropshipping richiede tempo poiché è necessario creare un negozio, importare prodotti, decidere la strategia di prezzo e di marketing e iniziare a vendere.

Nulla accade se non ti impegni giorno per giorno, diffida dalle persone che ti fanno credere di poter diventare ricco con il minimo sforzo, ma la buona notizia è che il tuo successo sarà commisurato alla tua dedizione e una volta compresi i meccanismi del tuo business renderlo scalabile ed ampliarlo sarà un gioco da ragazzi.

I pro e i contro del Dropshipping

A nessuno piacciono le cattive notizie, per questo partiremo subito ad elencare i contro del dropshipping. Non esiste un business online senza rischi o lati negativi.

PRODOTTI DI BASSA QUALITA’

Se non scegli i giusti prodotti da vendere in dropshipping, i tuoi margini di profitto potrebbero essere al di sotto delle tue aspettative. Vendere prodotti di bassa qualità, di marchi sconosciuti e di cui non conosci la filiera, a lungo andare potrebbe essere controproducente. Ricorda che una vendita non è mai conclusa nel momento in cui il tuo cliente acquista un prodotto, la vera vittoria è quando rimane così tanto soddisfatto dell’articolo comprato sul tuo e-commerce online, che lo consiglia agli amici e torna nuovamente a fare acquisti. Capirai bene che se vendi prodotti di pessima qualità, dalla fattura scadente, un cliente non tornerà mai una seconda volta sul tuo shop.

Sai che sul catalogo di BDroppy troverai solo grandi marchi moda? E’ un catalogo perfetto se vuoi avviare la tua attività: avrai la certezza di vendere solo prodotti di alta qualità e conosciuti in tutto il mondo.

MERCATO SATURO

La competizione è alta, nonostante il dropshipping venga considerato un business recente, perché esistono imprenditori esperti che useranno la tecnica del basso costo per imporsi sul mercato. 

Fondamentalmente più un’azienda è grande, più la sua strategia sarà ridurre i margini di profitto per offrire prezzi più bassi. In parole povere il loro business sarà quantità>qualità.

Lo strumento che puoi usare a tuo vantaggio? L’analisi di mercato.

Fai ricerca ed individua la tua nicchia di mercato. Grazie a strumenti come Google Trends potrai analizzare dati interessanti sul volume di ricerche di alcuni termini, sulla territorialità degli stessi, in questo modo sarai sempre aggiornato sugli interessi degli utenti online.

COMMISSIONI ALTE

Dal momento che non hai il compito di gestire o archiviare il tuo inventario, il sovraccarico di lavoro viene considerato inferiore, dunque lo sono anche i guadagni.

La maggior parte dei fornitori dropshipping richiede una percentuale molto alta su ogni prodotto venduto, il che significa che nonostante la differenza tra prezzo all’ingrosso (che paghi tu) e prezzo al dettaglio (che paga l’utente che sta acquistando sul tuo sito), il tuo guadagno sarà minimo. Cosa puoi fare per ottenere una marginalità maggiore con il dropshipping? Per prima cosa scegli prodotti di alta qualità, per seconda cosa affidati ad un fornitore che richiede una fee sostenibile per avere a disposizione il suo intero catalogo.

Grazie a BDroppy, potrai scegliere l’abbonamento più adatto alle tue esigenze, inoltre la politica di questo fornitore si basa unicamente su un pagamento mensile o annuale e non trattiene dalle tue vendite una percentuale, tutto quello che guadagni al netto del costo del prodotto e della spedizione entra nelle tue tasche.

PROBLEMI DI LOGISTICA

Quando deciderai di intraprendere il business del dropshipping dovrai mettere in conto dei problemi legati alla logistica e alla gestione degli ordini, se non ti affidi al giusto fornitore.

Se tu fossi un cliente e dovessi attendere 3 o 4 settimane per ricevere il tuo ordine come ti sentiresti? Probabilmente estremamente frustrato. Siamo nell’era dell’istantaneità e aspettare più di sette giorni per ricevere un prodotto acquistato online non è contemplato.

Nel momento in cui cerchi il fornitore più adatto alle tue esigenze, ricordati che sei un cliente prima che un venditore, dunque scegli di investire nel miglior fornitore possibile che ti possa garantire l’invio della merce in tempi brevi, in alternativa preparati a passare molto tempo davanti al computer o al telefono a rispondere alle lamentele dei tuoi clienti che aspettano il loro pacco.

Un fornitore affidabile come BDroppy si appoggerà a sua volta a partner seri e famosi per ogni spedizione, da quelle nazionali a quelle internazionali, garantendoti sempre la tracciabilità e la velocità a cui i grandi colossi dell’ecommerce ci hanno abituati.

DIFFICOLTA’ AD AFFERMARSI SUL MERCATO

Penserai che ai giorni nostri sia impossibile affermarsi con un ecommerce dropshipping davanti ai grandi colossi ed hai perfettamente ragione, infatti dovrai usare la notorietà di questi brand per far emergere il tuo shop online di dropshipping.

Quale sarà il tuo valore aggiunto? Il customer care efficiente, la valorizzazione del cliente, l’esperienza d’acquisto indimenticabile sono tutti aspetti che aiutano a fidelizzare il cliente ed ottenere un traffico regolare, necessario per sostenere la tua attività online.

Vendere online senza rischi di magazzino e senza gestione delle spedizioni

Di seguito invece analizzeremo i lati positivi di avviare un’attività di dropshipping con al tuo fianco il giusto fornitore come partner.

E’ FACILE

Lo diciamo per esperienza, abbiamo visto tante persone come te che sono riuscite ad avviare il proprio business online affiancandolo al proprio lavoro principale e con il tempo sono riusciti a crescere in maniera costante, questo perché il dropshipping è un’attività facile da avviare, da gestire e anche da far crescere nel tempo.

Non ti servono grandi qualità da uomo d’affari e nemmeno grosse esperienze imprenditoriali nel settore, le caratteristiche che ti servono sono: capacità di adattamento, curiosità, pazienza e dedizione.

Ricordati che non dovrai occuparti di gestire un magazzino fisico, di etichettare le spedizioni o di imballare i pacchi, il tuo fornitore farà tutto questo al posto tuo.

La cosa bella è che una volta avviato un business online come un ecommerce in dropshipping tutto si gestisce in maniera fluida, quasi in autonomia.

Inoltre scegliendo BDroppy come fornitore, potrai sempre fare affidamento su un partner serio ed affermato che ti accompagnerà passo dopo passo sin dall’apertura del tuo ecommerce. Ma non ti preoccupare, un partner serio non ti abbandonerà mai in nessuna fase del tuo percorso.

INVESTIMENTO INIZIALE MINIMO

Per iniziare questa nuova avventura ricca di soddisfazione non sarà necessario investire molto denaro, anzi le spese fisse per cominciare sono davvero minime.

Puoi avviare il tuo e-commerce con una piccolissima spesa, tutto il tuo mondo sarà accessibile grazie ad un computer. Ricordati che la merce non dovrai mai comprarla in anticipo e non esiste un minimo d’ordine relativo ai prodotti dropshipping che desideri vendere sul tuo shop online.

ADDIO MERCE INVENDUTA

Hai presente la sensazione di timore di non riuscire a vendere un lotto di merce acquistato che ti sembrava molto promettente? Ecco con il dropshipping non dovrai mai avere paura della merce invenduta! 

L’inventario sarà un brutto e lontano ricordo, tu non sarai mai in possesso della merce, i rischi di magazzino saranno solo a carico del tuo fornitore e sul tuo shop online potrai vendere anche solo un pezzo per prodotto perchè non avrai mai un minimo d’ordine per gli acquisti all’ingrosso.

DOVE E QUANDO VUOI

Il tuo mondo in un pc: ti basterà un computer ed una connessione ad internet e potrai gestire il tuo business online da dove preferisci, da uno chalet di montagna oppure durante una vacanza in qualche località paradisiaca.

Puoi scegliere il luogo da dove lavorare ma anche il tempo da dedicare a questa attività, e in questi anni particolari di pandemia, sappiamo bene che la flessibilità sul lavoro è la cosa più importante, così da poter dedicare le giuste attenzioni anche ad altri aspetti della tua vita.

Le 5 fasi fondamentali per avviare il tuo business di Dropshipping:

1) Individua la piattaforma su cui fare dropshipping

Dovrai scegliere con attenzione la piattaforma di vendita su cui far decollare il tuo business di dropshipping, ognuna è diversa e presenta punti di forza e punti debolezza, sta a te cercare la piattaforma che si incastri alla perfezione con le tue esigenze.

AMAZON

Quando parliamo di marketplace il primo nome che ci viene in mente è Amazon. Uno dei suoi principali vantaggi è l’affluenza a questo canale di vendita, ogni giorno si riversano milioni di utenti su Amazon.

Inoltre la stima che si è creata intorno ad Amazon negli ultimi anni, lo rende uno dei posti dove le persone acquistano senza nemmeno pensarci troppo, quindi non sarà difficile vendere al tuo target.

Se da una parte la vetrina di Amazon è molto interessante, dall’altra le commissioni di Amazon sulle vendite sono molto elevate e bisogna aggiungere il costo dell’abbonamento mensile per poter vendere.

Un altro fattore svantaggioso potrebbe essere l’elevata concorrenza, infatti molti venditori hanno deciso di approdare su Amazon, dunque la maggior parte dei settori di vendita è saturo. Inoltre la piattaforma paga i seller ogni 14 giorni e non in maniera istantanea.

Il nostro consiglio è di valutare bene tutti i fattori prima di iniziare a fare dropshipping con Amazon.

EBAY

Un altro marketplace interessante da valutare è sicuramente eBay. Con i suoi milioni di utenti ogni giorno è molto simile ad Amazon ed i pregi e i difetti rimangono i medesimi, infatti molti venditori decido di avviare il loro business di dropshipping su eBay.

Un contro è che risulta meno semplice da utilizzare rispetto ad Amazon, ma accetta PayPal come metodo di pagamento e questo ti offre uno strumento in più per acquisire nuovi clienti.

Le tariffe per i seller sono elevate e le percentuali di fee sulle vendite arrivano fino al 10%.

eBay funziona principalmente sulla base delle aste e purtroppo sono nemiche dei dropshipper, levano la giusta attenzione dai prodotti.

E-COMMERCE PERSONALE

Se deciderai di vendere sul tuo sito e-commerce, abbiamo una buona notizia per te, infatti vendere secondo le tue condizioni sarà estremamente faticoso ma anche appagante. 

Non ti preoccupare, non dovrai creare tutto da zero, esistono infatti molti siti che offrono la possibilità di creare un sito ad hoc per le tue vendite in dropshipping.

Scegli un dominio prestigioso e riconoscibile, ed includi più metodi di pagamento possibili: più scelta avranno i tuoi acquirenti, più sarà facile per loro comprare da te.

Quando scegli di creare il tuo e-commerce hai la massima libertà di decidere come impostare il tuo sito; puoi personalizzare il tutto scegliendo le migliori tecniche da adottare per differenziarti rispetto ai tuoi concorrenti.

Non hai nessuna tariffa o percentuale da pagare, quello che guadagni finisce direttamente nel tuo portafoglio.

Ovviamente esistono anche i lati negativi: se parti da zero dovrai crearti il tuo pubblico giorno per giorno e dovrai impegnarti di più nella parte marketing, comunicazione e promozione.

SITO CHIAVI IN MANO

Se l’idea di avere un sito personale su cui avviare il tuo ecommerce in dropshipping ti alletta, ma al tempo stesso non sai proprio dove mettere le mani per costruire un sito comprensivo di ecommerce, devi provare l’innovativa soluzione di BDroppy: il tuo sito chiavi in mano.
Tu non devi preoccuparti di nulla, BDroppy costruirà un sito fatto apposta per te con le migliori tecnologie e tutte le integrazioni del caso! Ovviamente al momento della consegna il tuo ecommerce sarà già pronto ad accogliere i tuoi primi clienti.

Scegliere la piattaforma giusta su cui creare il tuo ecommerce è la decisione più importante da prendere dopo aver individuato quali sono i migliori prodotti da vendere in dropshipping.

Prima di elencare le migliori piattaforme e-commerce, voglio ricordarti che ogni piattaforma ha le proprie caratteristiche che per alcuni potrebbero essere più vantaggiose, mentre per altri meno.

WooCommerce (Open source)

WooCommerce è una delle piattaforme e-commerce più utilizzate al mondo. I motivi sono diversi: hai la possibilità di avere il controllo totale, puoi personalizzare il tuo negozio online in moltissimi modi, ci sono tantissimi plugin gratuiti o a costi contenuti che puoi configurare facilmente con WordPress. Infatti nasce come plug-in nativo di WordPress ed è totalmente gratuito.

Nonostante tante funzionalità base siano gratuite, i costi per l’acquisto di temi e app possono risultare molto costosi, poiché devi tenere sotto controllo la sicurezza, il funzionamento del sito e i continui aggiornamenti.

Shopify (a pagamento)

Shopify è la piattaforma a pagamento probabilmente più scelta a livello mondiale, soprattutto negli USA. Anche se non hai dimestichezza con la programmazione puoi costruire il tuo negozio online in maniera facile e professionale. Di contro avrai un fisso mensile da pagare, però giustificato dal livello del servizio offerto. La piattaforma infatti è molto sicura, presenta moltissimi temi free e non c’è manutenzione, il che lo rende lo strumento perfetto per chi ha poca esperienza con la programmazione.

WooCommerce vs Shopify: le differenze

Shopify richiede un pagamento fisso mensile mentre WooCommerce no.

Shopify non permette di avere il totale controllo del proprio negozio, mentre WooCommerce sì: per gli smanettoni sicuramente è meglio quest’ultimo, ma i meno esperti potrebbero apprezzare il fatto che ci sia qualcuno che controlla la sicurezza, aspetto importantissimo sia per il venditore che per gli utenti che navigano.
Avere meno controllo significa anche doversi accontentare di funzioni più limitate, ma non doversi preoccupare di ogni aspetto può compensare queste mancanze.

Shopify è meno personalizzabile rispetto a WooCommerce, ma richiede anche meno competenza tecnica, mentre WooCommerce per avviare un negozio richiede più esperienza. Queste sono le principali differenze tra le due piattaforme di e-commerce.

Prestashop (Open source)

La piattaforma PrestaShop include più di 300 funzionalità di vendita e gestione rendendo il portale estremamente completo, inoltre ti offre la possibilità di personalizzare completamente la piattaforma come meglio desideri grazie a quasi 6000 modelli di temi gratuiti.

I pagamenti accettati dalla piattaforma sono diversi e i più disparati e anche la pagina di checkout è completamente personalizzabile nei processi e nei riepiloghi. Niente male come strumento per le tue strategie di marketing.
Se desideri aprirti alla vendita internazionale, questa piattaforma offre funzionalità specifiche come la possibilità di impostare diverse valute, utilizzare una scheda prodotto multilingue, gestire più negozi da un’unica interfaccia e assicurarti un processo di pagamento regolare e a norma di legge.

Dopo questa overview qual è la migliore piattaforma per fare dropshipping? Dipende, non abbiamo la bacchetta magica, dunque devi capire quali sono le caratteristiche fondamentali che non possono mancare sulla tua piattaforma, inoltre dipende anche dal tempo e dal denaro che hai intenzione di investire.

Sai che con BDroppy puoi fare dropshipping con tutte le piattaforme di cui ti abbiamo parlato? Ti aiuteremo ad inserire le integrazioni che desideri per avviare il tuo business dropshipping sulla piattaforma che hai scelto.

2) Scegli il fornitore dropshipping adatto alle tue esigenze

Scegliere il giusto fornitore per avviare la tua attività di dropshipping è forse una delle fasi più delicate; dopo aver analizzato il mercato e selezionato in quale/i settore/i merceologico/i ti vuoi inserire, è corretto individuare il miglior partner possibile per iniziare al meglio il tuo percorso nel dropshipping.

Non esistono delle regole ben precise che identificano il fornitore perfetto, puoi però tenere in considerazione diversi fattori:

  • La qualità dei prodotti.
    Avere nel proprio catalogo prodotti di marchi noti, di ottima fattura ed originali è indice di serietà ed affidabilità.
  • I tempi e la cura della spedizione.
    Ti consigliamo di affidarti ad un fornitore che predilige spedizioni rapide e tracciate, ne gioverai anche tu in credibilità davanti al tuo cliente finale, offrendo l’eccellenza nelle spedizioni. Se ti metti nei panni del compratore, acquisteresti mai un maglione costoso se non hai la possibilità di usufruire di una spedizione tracciata?
  • Giusto rapporto qualità-prezzo.
    Non sempre un costo alto è sinonimo di qualità, anzi spesso si sceglie un fornitore costoso per avere meno problemi, ma sul piatto della bilancia devi inserire anche il tuo guadagno. Rientreresti nei costi? Dunque considera tutti i costi e valuta che spesso un costo fisso mensile è migliore rispetto ad una fee su ogni prodotto venduto, sarà più semplice stilare il business plan della tua attività e avere un margine maggiore.
  • Assistenza
    L’ultimo fattore da tenere in considerazione, ma non per importanza, è il servizio di assistenza, infatti ogni fornitore serio ti assegnerà un referente con cui ti interfaccerai durante ogni processo. Ti presenterà le novità in catalogo, ti aiuterà a risolvere eventuali problemi e sarà a tua completa disposizione per fornirti supporto durante questo percorso.

Ricordati che un ottimo fornitore non ti pregherà mai di lavorare con lui, ma semmai sarai tu che dovrai contattarlo per ricevere l’assistenza più adatta alle tue esigenze.

3) Individua il tuo target e fai ricerca di mercato

Questa fase del processo in realtà avviene in maniera parallela alla scelta del fornitore e dei prodotti dropshipping da vendere, in quanto sono tre fattori correlati che devono andare di pari passo.
Individuare il target non è un processo facile, ma siamo sicuri che grazie al giusto mindset potrai trovare la nicchia di mercato giusta per te.
Quando cerchi il tuo target di riferimento traccia la personalità di una vera e propria persona in carne ossa ed immagina una sua giornata tipo: che lavoro fa? dove abita? cosa gli piace fare nel suo tempo libero? che genere di musica o film guarda? quali sono le sue abitudini di acquisto?
Più sarai preciso con le domande e le risposte, più il tuo target sarà ben delineato e definito: avrai identificato le tue buyer personas. Spesso quando si parla di buyer personas si ragiona per stereotipi estremi, insomma si delineano le tipologie di cliente che acquisterebbe sul nostro sito, in linea con la nostra comunicazione e la strategia di marketing.

4) Cerca i prodotti che ti faranno guadagnare

Come anticipato nel precedente punto, la scelta dei prodotti da vendere in dropshipping è strettamente legata a questo triangolo formato da: fornitore, target e cliente.
Tutti e tre i fattori cooperano per incastrarsi perfettamente, una cosa imprescindibile è però la qualità effettivamente percepita dal cliente.
Se individui prodotti di alta qualità e comunichi bene i plus attraverso una precisa strategia di marketing, i tuoi margini di profitto potrebbero essere molto più alti rispetto alla media.

5) Focalizzati sul marketing

Senza una corretta strategia di marketing e comunicazione il tuo business non potrà mai decollare, e tranquillo non serve tu sia un guru del digital marketing, ricorda che internet premia sempre la semplicità ed i tuoi clienti amano vedere la genuinità.

I canali su cui ti consigliamo di basare la tua strategia marketing sono principalmente tre:

I SOCIAL

Siamo sicuri che il tuo target sarà presente sui social. I principali su cui ti consigliamo di lavorare sono Facebook e Instagram.

Facebook è il mezzo preferito da tutti i dropshipper, è molto intuitivo e se usato in maniera costante ti garantisce maggiore visibilità.
Non parlare solo di prodotti e di lavoro, ma cerca di affrontare anche tematiche laterali che possano interessare al tuo target. Vendi in dropshipping abbigliamento di marchi famosi e alla moda? Potresti pensare di realizzare una rubrica settimanale dove dai consigli di stile oppure analizzi le nuove tendenze. Il tuo shop è gremito di prodotti per bambini? Parla con le mamme e cerca di empatizzare con loro parlando delle sfide che affrontano quotidianamente. Ti assicuro che se i contenuti che realizzerai saranno carichi di valore per i tuoi utenti, costruirti una fanbase sarà un gioco da ragazzi.

Non dimenticarti però che non tutto può girare solo sui contenuti organici, avrai anche bisogno di investire un piccolo budget mensile su Facebook Ads, la piattaforma nativa di Facebook che ti permette di fare pubblicità direttamente sulla piattaforma. Sai che puoi targetizzare il tuo pubblico in maniera molto precisa? Potrai far vedere la pubblicità del tuo e-commerce a degli utenti con delle caratteristiche ben definite quali: età, luogo di provenienza, mestiere, interessi, relazione sentimentale, genere etc.

Instagram è un social istantaneo, e oltre a poter utilizzare anche qui le funzioni di Facebook Ads, potrai farti conoscere dai tuoi utenti in maniera naturale e genuina. Sfrutta questa piattaforma per interagire con i tuoi clienti al loro livello, fargli sbirciare il dietro le quinte, condividi con loro le novità in arrivo e falli sentire speciali condividendo i loro contenuti quando pertinenti e chiedendo sempre la loro opinione per fare scelte di business per il futuro. E’ uno strumento molto utile e gratuito se sai come usarlo in maniera intelligente.

Interagisci con gli influencer e magari scegli di collaborare con alcuni di loro, sfrutta le storie per realizzare contenuti accattivanti ed usa un linguaggio adatto alla piattaforma, sii amichevole e smart.

GOOGLE

Google Ads è uno strumento molto utile per farsi pubblicità, ma per i non addetti ai lavori potrebbe risultare più complesso del previsto.
La cosa vantaggiosa di Google Ads è che paghi solo in base ai click e per i risultati, altrimenti è gratis.
Non investire troppo budget subito, imponiti un budget di spesa e rispettala in maniera costante, in questo modo Google Ads imparerà a conoscere il tuo business di dropshipping e ti posizionerà in maniera sempre più precisa.

Parti dalle cose semplici, non infilarti nei numerosi cavilli e nelle mille opzioni che Google ti offre, devi avere pazienza ed essere costante per ottenere risultati.

In breve, Google Ads è strutturato come un sito di aste. Se vuoi fare pubblicità, devi fare un’offerta per ottenere una determinata posizione e raggiungere il pubblico desiderato.

Online puoi trovare molti corsi a poco prezzo che ti introdurranno a questo mezzo molto potente ma un po’ complesso per i neofiti.

E-MAIL MARKETING

Una volta costruito il tuo database di clienti, utilizza l’email marketing per mantenere una comunicazione costante con loro. Premia la loro fedeltà con sconti esclusivi e mostra loro delle anteprime dei prodotti in arrivo. Realizza un piano di invio e crea un appuntamento fisso con loro, magari potresti inviare una mail ogni martedì sera, presentando le novità o ricordando le promozioni attive, così creerai un momento dedicato e loro attenderanno una tua mail sempre in un determinato giorno.

Il dropshipping è redditizio? Come guadagnare con il dropshipping e quanto?


I dropshipper di successo possono guadagnare cifre fino a cinque zeri nel loro primo anno di attività. Ciò dipende dal loro grande spirito commerciale, dalla loro vetrina, dalla dimensione del loro business, dal tempo chededicano alla propria attività di dropshipping. Poiché nessun guadagno è vincolato dall’inventario, dalle scorte o dalla spedizione, i profitti sono massimizzati.

Quando parliamo di dropshipping a basso costo, intendiamo la creazione di un negozio digitale con l’intento principale di vendere grandi quantità di prodotti a basso costo. Queste genere di attività di dropshipping sono molto comuni, possono essere molto redditizie, ma hanno una vita breve poiché è improbabile che i clienti tornino sul tuo shop.

Nel dropshipping ad alto costo, ti concentri invece sull’acquisizione di prodotti di alta qualità. Questo modello di business potrà sembrarti più lento nella crescita, ma ha una longevità maggiore il che significa profitti maggiori anno dopo anno.

Quanto guadagnano in media i dropshipper? In media, i dropshipper guadagnano tra il 20% e il 30% da ogni vendita. Questo risulta essere tra 1.000 € e 5.000 € al mese.
Le aziende che vendono prodotti di qualità superiore (che spesso significa anche prezzo superiore) hanno naturalmente un margine di profitto dropshipping più elevato. Tuttavia, vendono anche meno prodotti. Trovare un equilibrio tra prezzo e domanda è la chiave per massimizzare le entrate e far crescere la tua attività.

Vale la pena fare dropshipping? Quali sono i rischi?

Sì, vale la pena fare dropshipping se vuoi creare un negozio online tutto tuo, investendo cifre minime e testando in prima persona prodotti di qualità.

Tuttavia i requisiti per essere un dropshipper redditizio non sono cambiati molto. È ancora essenziale vendere ottimi prodotti, avere una spedizione e una gestione rapida e offrire un servizio clienti di prim’ordine. Al giorno d’oggi, hai anche bisogno di un marchio e di un customer care che ti distingua dalla concorrenza.

Se sei arrivato fino a qui con la lettura, avrai ben capito che la cosa bella del dropshipping è che i rischi sono pressoché nulli. L’investimento iniziale è davvero minimo, non avrai il rischio di acquistare merce che rimarrà invenduta, non dovrai pagare l’affitto di un magazzino o di un negozio fisico e soprattutto se non dovessi farcela non avrai speso grandi cifre. Ti assicuriamo che con il giusto fornitore al tuo fianco tutto sarà più facile; tu dovrai metterci costanza, determinazione e tempo, a tutti il resto ci penserà lui.

I vantaggi concreti di avere un partner come BDroppy

BDroppy è il fornitore giusto per te se vuoi avviare il tuo business dropshipping in totale sicurezza. BDroppy opera nel settore e-commerce da più di dieci anni ed accompagna imprenditori come te nel raggiungere importanti obiettivi con la propria attività digitale.
Capirai bene che scegliere di affiancarsi ad un partner con molti anni di esperienza significa avere maggiori certezze in ogni fase del processo.

Come potrai notare tu stesso, il catalogo di BDroppy vanta più di 100 grandi marchi moda, molti conosciuti a livello internazionale, questo significa una maggiore ricerca e proporzionalmente una maggiore richiesta.

Paura delle spedizioni lente ed incerte? Non con BDroppy! Se lo scegli come fornitore per il dropshipping tutte le tue spedizioni saranno sempre tracciabili e rapide, grazie a partner affidabili selezionati e testati in anni di esperienza.Se desideri un fornitore con bassi costi fissi sei nel posto giusto, infatti con BDroppy dovrai pagare solo una piccola fee mensile per avviare il tuo business dropshipping, non ti verrà mai detratta una percentuale su ogni prodotto venduto. Avere un costo mensile fisso ti aiuterà a valutare meglio le entrate e le uscite del tuo business online.

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Categorie
Più popolari
Social Media
Ricevi gli ultimi aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Novità e consigli per rivenditori e dropshipper