DROPSHIPPING ACADEMY – La differenza tra vendere in dropshipping e con Amazon FBA: caratteristiche e cosa scegliere.

Vendere online: cosa scegliere tra dropshipping e Amazon FBA

Chiunque stia cercando un modo per guadagnare online si è sicuramente imbattuto in queste due parole: Dropshipping e Amazon FBA.

In questo articolo vogliamo approfondire le differenze tra vendere in dropshipping e vendere con Amazon FBA, i due diversi modelli di business, suggerendoti, a seconda dei casi, la soluzione che potrebbe fare per te.

Dropshipping vs Amazon FBA

Dropshipping: come funziona?

Come abbiamo spiegato precedentemente, il Dropshipping ti permette di vendere dei prodotti senza possederli fisicamente, per poi pagarli al fornitore solo dopo aver effettuato la vendita. 

Puoi fare dropshipping sul tuo sito ecommerce o, in alternativa, sui vari marketplace come Amazon ed eBay.

I vantaggi sono svariati, eccone alcuni:

  • Non hai bisogno di grossi investimenti iniziali
  • Non devi fare magazzino e puoi ampliare il tuo catalogo facilmente
  • Paghi i prodotti solo dopo che li hai venduti
  • Mantieni un un rapporto diretto con i tuoi clienti, che entreranno a far parte del tuo database
  • Puoi creare un tuo sito e un tuo marchio, facendo loro acquisire valore nel tempo.

Il Dropshipping fa per te?

Il Dropshipping ti permette di vendere dei prodotti online senza averli stoccati in un magazzino: è un grossista o fornitore terzo a spedirli al cliente finale dopo l’ordine. Vendere in dropshipping è un’ottima soluzione se non vuoi investire troppo budget per iniziare e se vuoi testare diversi prodotti senza rischi. 

Ricordati però che non basta avere un sito ecommerce o pubblicare i tuoi prodotti su un marketplace: dovrai impegnarti quotidianamente per vendere facendo campagne di marketing, occupandoti del servizio clienti e programmando le offerte migliori nei vari periodi dell’anno.

Inoltre dovrai spendere molto tempo a trovare il giusto fornitore: la scelta del fornitore dropshipping condiziona la buona riuscita della tua attività. Molti venditori inesperti pensano di risolvere il problema accordandosi con fornitori cinesi, ma si tratta di un errore da evitare!

Questa pratica era molto in voga quando il dropshipping è approdato in Italia, ma oggi non risulta essere la giusta soluzione, soprattutto alla luce dei recenti rincari sulle materie prime. Gli utenti sono sempre più abituati a ricevere la merce in tempi brevi, cosa non compatibile se i tuoi fornitori spediscono dalla Cina.

Ti consigliamo di selezionare prodotti da vendere in dropshipping che abbiano un’alta richiesta da parte del tuo pubblico, scegliendo un fornitore affidabile e che possa garantire spedizioni sicure e rapide: con BDroppy, ad esempio, potrai vendere prodotti dei migliori marchi moda spediti ai tuoi clienti in tutto il mondo!

Amazon FBA: cos’è e come funziona

Vendere attraverso Amazon FBA (Fulfillment by Amazon) permette agli imprenditori di inviare uno stock di prodotti nei magazzini Amazon per sfruttarne l’efficiente apparato logistico. I prodotti saranno caricati sul marketplace di Amazon e, ogni volta che riceverai l’ordine di un cliente, sarà Amazon stessa a preparare e spedire il pacco.

Amazon inoltre si occupa di molti altri aspetti gestionali, come il servizio clienti e la gestione dei resi. Al contrario del dropshipping, iniziare a vendere con Amazon FBA richiede un investimento iniziale più sostanzioso.

Ma quali sono i vantaggi di questo modello di business?

  • Puoi sfruttare il traffico generato dagli utenti Amazon e vendere di più
  • Sarà più facile espandersi vendendo all’estero, grazie ai programmi internazionali di Amazon
  • Grazie ad Amazon Prime, i tuoi clienti ricevono la merce in tempi brevi 
  • Vendendo su Amazon sei percepito come fornitore dropshipping affidabile

Vendere con Amazon FBA conviene ancora?

Anche per avere successo con Amazon FBA è necessario avere delle competenze. Innanzitutto, bisogna essere in grado di trovare un tipo di prodotto che interessi gli utenti: stoccare tutta la tua merce nei magazzini per troppo tempo moltiplica i costi di gestione di Amazon FBA.

Inoltre, su Amazon c’è molta concorrenza. Oggi è molto difficile emergere e bisogna essere capaci di posizionare i propri prodotti in maniera strategica. Non puoi costruire un rapporto diretto con i tuoi clienti, quindi è difficile fidelizzare una base di utenti in modo che anche in futuro ricomprino i tuoi prodotti.

Ovviamente vendere con Amazon FBA ha un prezzo: esistono dei costi ordinari e dei costi una tantum.

Ecco i costi ordinari, che quindi dovrai sicuramente sostenere:

  • Costi di stoccaggio:
    sono calcolati sul totale degli articoli stoccati nei centri logistici Amazon ogni mese, in relazione al volume occupato nell’inventario.
  • Costi di gestione:
    è il costo per unità addebitato per la gestione e la spedizione dell’ordine.

Dropshipping o Amazon FBA: quale conviene?

Fino a questo punto abbiamo visto i vantaggi e le differenze dei due modelli di business. Ma non abbiamo risposto alla domanda “Dropshipping o Amazon FBA?”.

La verità è che non esiste una risposta universale. Ogni modello di business si adatta alle diverse esigenze dei venditori, ma presta comunque attenzione alle differenze sostanziali che ricapitoliamo qui di seguito:

  • entrambe le soluzioni ti garantiscono di non doverti occupare delle spedizioni. Con Amazon FBA però dovrai anticipare tu il costo della merce, che spedirai in gestione presso i loro magazzini. I clienti non saranno clienti tuoi, bensì di Amazon e dovrai sostenere alcune spese di gestione fisse;
  • con il dropshipping invece potrai iniziare a vendere online senza dover anticipare alcun costo della merce, i clienti saranno clienti diretti del tuo store, entreranno a far parte del tuo database e pagherai i prodotti solo una volta venduti.

Ti consigliamo di iscriverti a BDroppy per iniziare a vendere moda firmata senza preoccuparti delle spedizioni e senza dover anticipare l’acquisto della merce! Avrai a disposizione tutti gli strumenti per partire, usufruendo di una piattaforma semplice e intuitiva e delle integrazioni alle principali piattaforme e marketplace.

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Categorie
Più popolari
Social Media
Ricevi gli ultimi aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Novità e consigli per rivenditori e dropshipper