DROPSHIPPING ACADEMY – 10 consigli per cancellare i tuoi dubbi sull’email marketing

Quando inizi con l’email marketing potresti sentirti perso.

Avrai sicuramente delle domande che hai troppa paura o ti vergogni di porre. Non preoccuparti, siamo qui per te!

Leggi qui di seguito le nostre risposte alle tue domande più stringenti:

  1. Qual è l’oggetto migliore?
    Gli oggetti mail più performanti sono generalmente brevi e orientati all’azione, quindi dovresti eseguire alcuni test, poiché ogni pubblico è diverso e reagisce in modo diverso: prova con frasi divertenti o giochi di parole, con parole d’impatto, con numeri o liste.
  2. Con che frequenza dovrei inviare e-mail?
    Dipende dai tuoi destinatari e dalle tue abitudini di condivisione.
    Puoi creare molti contenuti e inviarli ogni giorno alla stessa ora, alla tua lista potrebbe piacere che tu invii contenuti regolarmente. Oppure non vuole sentirti più di una volta al mese.
    Allora cosa dovresti fare? Prova a sperimentare un po’ e ad eseguire alcuni test per determinare la frequenza con cui dovresti inviare email per adattare la tua strategia.
  3. E se comprassi una mailing list?
    Non farlo! All’inizio può sembrare una buona idea, ma a lungo andare è controproducente: quando le persone ricevono una mail da te, non ti conoscono, quindi forse non apriranno l’email o potrebbero addirittura contrassegnarti come spam.
  4. Come far crescere la mia mailing list?
    Uno dei modi migliori e più semplici è creare un’offerta e chiedere alle persone di darti il ​​loro indirizzo email per accedervi. Ma potresti anche creare contenuti sorprendenti, utilizzare più C.T.A., creare un blog o incoraggiare gli abbonati a condividere le tue e-mail.
  5. Posso utilizzare le newsletter?
    Puoi inviare molti tipi di email.
    La maggior parte delle persone pensa di aver bisogno di una newsletter via e-mail, ma concentrati sull’invio di e-mail con un solo contenuto che mira a convincere i destinatari a proseguire nel percorso, invece di raccogliere molti contenuti da condividere in una singola newsletter.
  6. Tieni d’occhio il tuo bounce rate.
    Quando un’e-mail viene rimbalzata, potrebbe essere per vari motivi: potrebbe non funzionare per un motivo permanente, come un indirizzo e-mail falso, non valido o bloccato oppure a causa di un problema temporaneo, come una casella di posta piena o un servizio non disponibile, ad esempio.
    Tieni d’occhio la tua frequenza di rimbalzo così puoi pulire il tuo database e avere un flusso senza intoppi.
  7. Come posso assicurarmi di non finire nella cartella spam?
    La cosa migliore che puoi fare per stare fuori dalla cartella spam è lavorare su una mailing list che hai costruito tu stesso, ma anche cercare di identificare ad esempio come il tuo nome appare come mittente, rendere facile l’annullamento dell’iscrizione, personalizzare i tuoi contenuti, pulire le tue liste…
  8. Come posso assicurarmi che le mie e-mail abbiano un bell’aspetto?
    Tutti i provider di posta elettronica eseguono il rendering dell’HTML in modo diverso, ma questo può essere aggirato.
    Puoi semplicemente eseguire dei test per assicurarti che il layout delle tue mail funzioni per ogni provider. Il tuo provider di email marketing potrebbe essere in grado di aiutarti oppure puoi creare alcuni account di posta elettronica sui principali provider e inviarti delle email di prova, finché non sembrano corrette.
  9. Cosa significa “tasso di apertura”?
    Le percentuali di apertura e di clic sono i benchmark più utilizzati. Il tasso di apertura è la percentuale di persone che hanno aperto la tua email tra quelle che l’hanno ricevuta. La percentuale di clic è la percentuale di persone che hanno cliccato su un collegamento nella tua email tra quelle che l’hanno aperto. Queste due metriche non sono le uniche che dovresti guardare, ma tutto dipende dagli obiettivi delle tue email.
  10. Come posso impedire l’annullamento delle iscrizioni?
    Se non vuoi infrangere la legge, dovresti sempre rendere facile per le persone annullare l’iscrizione alle e-mail fornendo un collegamento visibile in ogni messaggio e farlo in modo tempestivo. Ad esempio, potresti personalizzare la frequenza o renderla più regolare e assicurarti che le tue email non vengano caricate troppo lentamente.

Questi erano i nostri 10 suggerimenti sulle domande frequenti riguardanti l’email marketing. Hai mai avuto problemi del genere con l’email marketing? Hai trovato questo articolo utile per il tuo business online?

Se vuoi iniziare un’attività online o migliorare quella che già possiedi, perché non inizi a vendere online con noi, tramite BDroppy?

Grazie a BDroppy, se stai già vendendo online, sul tuo sito web, o tramite un marketplace, puoi avere il servizio di dropshipping incluso, così da poter integrare il catalogo BDroppy sul tuo sito/e-commerce, con migliaia di prodotti fashion firmati, utilizzando un’unica dashboard.

Altrimenti, se sei interessato a una soluzione chiavi in ​​mano, BDroppy pensa anche a te! Avrai il tuo e-commerce pronto all’uso, con catalogo moda integrato e servizio dropshipping incluso!

Registrati ora su BDroppy per esplorare tutte le tue opportunità di vendita online!

Speriamo davvero che questi consigli possano essere utili per il tuo business online con BDroppy!

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Categorie
Più popolari
Social Media
Ricevi gli ultimi aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale

Novità e consigli per rivenditori e dropshipper